#lovelambioi: è di Giorgio Simonetto la foto vincitrice del contest Instagram!

Giovedì 10 novembre, l’Assessore Biagio Giannone ha premiato Giorgio Simonetto autore della foto vincitrice del concorso Instagram #lovelambioi.

L’immagine è stata scelta tra le 10 finaliste che sul social #lovelambioiInstagram avevano raccolto il maggior numero di consensi. La giuria ha ritenuto che l’immagine postata da Giorgio Simonetto fosse quella che ha meglio rappresentato la bellezza del Parco di Lambioi a due passi dal centro con i simboli della nostra città: il Piave, il Duomo e le montagne sullo sfondo ed è quindi la cartolina migliore per valorizzare questo angolo verde di Belluno.
Il poster della foto è stato installato all’ingresso delle scale mobili di piazza Duomo per dare modo a tutti coloro che frequentano abitualmente il centro di ammirare il panorama che è possibile godere dal Parco di Lambioi e di far conoscere al turista uno scorcio della nostra città a due passi dal parcheggio.

Il concorso, che ha visto moltissimi partecipanti postare i propri scatti sulla piattaforma social di Instagram nel mese di giugno rientra nelle azioni del Progetto EcoSì curato dalle studentesse ecovolontarie che durante lo scorso anno scolastico hanno dato vita a una serie di attività di sensibilizzazione dei loro coetanei e della popolazione bellunese ai temi della ecosostenibilità e al rispetto del decoro urbano e del patrimonio naturalistico del nostro territorio.

logofinaleLe ecovolontarie hanno divulgato nozioni e conoscenze anche in tema di riciclo e corretto smaltimento dei rifiuti, collaborando con la Bellunum, somministrando un questionario che ha messo alla prova le conoscenze della cittadinanza in tema di smaltimento dei rifiuti.
Le ragazze hanno coinvolto anche i loro coetanei e hanno monitorato quotidianamente scattando delle foto di alcune zone particolarmente esposte a questo tipo di disagio e le hanno condivise in una pagina dedicata su facebook. Il report delle loro attività sottoposto al vaglio del Sindaco e dell’Assessore Valentina Tomasi che ha seguito il progetto in ogni fase, si è rivelato come un valido strumento per calibrare gli interventi di repressione di episodi.

Il concorso fotografico ha permesso così di restituire alla città l’immagine più bella che possa essere testimone della speranza di poter vedere sempre del bello in ogni angolo della nostra città grazie alla consapevolezza e alla buona volontà di tutti.

I commenti sono chiusi.