Alps 2030: le volontarie bellunesi di Cipra International collaborano con il progetto di certificazione “Green Event”

Dopo essere state selezionate tra gli studenti che nel settembre dello scorso anno hanno risposto alla call del Servizio Politiche per la Sostenibilità del Comune di Belluno, nella mattinata del 4 febbraio 2021, Alice Nicolini, Matilde Ciafarone e Mariachiara Roldo, hanno presentato il primo resoconto dei lavori di partecipazione a questa nuova sfida promossa da Cipra con le Città Alpine con il progetto «Alps 2030»

Insieme all’assessora Yuki d’Emilia e al Sindaco, hanno esposto le linee guida – già operative – per la certificazione di eventi “green” organizzati nel territorio del Comune di Belluno: la sostenibilità ambientale, sociale ed economica si conferma tra le priorità dell’amministrazione Massaro.

Le ragazze costituiscono quindi un importante anello di collegamento che ha unito i principi del progetto alpino a quello del Comune dando un fondamentale apporto in termini di impegno, di conoscenza e condivisione di questi temi.
Ecco il video col quale presentano il progetto:

«Alps 2030» – approvato anche dalla Comunità Europea nell’ambito del programma Erasmus + – è un progetto della durata di 24 mesi dedicato agli obiettivi di sviluppo sostenibile individuati dall’Onu con «Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile». Il progetto, indirizzato ai ragazzi tra i 14 e i 25 anni, prevede la partecipazione a tre incontri internazionali di tre giorni su questi temi in vari luoghi delle Alpi che purtroppo a causa della emergenza pandemica hanno subito una rimodulazione con la partecipazione da remoto. Il progetto coinvolge in Italia il solo Comune di Belluno, mentre in Europa interessa le città di Chamonix (Francia), Tolmin e Idrija (Slovenia), Eschen, Planken e Schaan (Liechtenstein), alle quali si aggiungerà anche la “Città alpina dell’anno” 2020 che sarà individuata nei prossimi mesi dall’omonima associazione.

I commenti sono chiusi.